Supplenze Covid ATA e docenti nessuna proroga

Fonte: orizzontescuola.it –27 maggio 2021

Abstract articolo di Andrea Carlino

Nessuna proroga per le supplenze Covid degli Ata:

si concluderanno l’ultimo giorno di scuola. Si è trattato di ulteriori supplenze temporanee, che hanno raggiunto quota 75.000, con una distribuzione di 50.000 contratti ATA (perlopiù collaboratori scolastici) e 25.000 docenti.

E’ stato un anno faticoso: si pensi che inizialmente i contratti erano stati stipulati con la clausola del licenziamento in caso di chiusura scuola per COVID, previsto dal Ministero Azzolina. E come non pensare alle innumerevoli problematiche relative ai pagamenti dello stipendio.

I contratti Covid scadranno l’ultimo giorno di lezione, fissato dal calendario regionale.

La precisazione in una apposita nota dell’USR Sicilia, che aveva l’esigenza di chiarire che il termine delle lezioni a livello regionale per l’anno scolastico 2020/21, inizialmente posto all’08 giugno è stato poi spostato al 9.

Una proroga al 30 giugno era stata richiesta in seno al Decreto Milleproroghe, ma non è stata accolta. I sindacati ci hanno riprovato chiedendo la proroga di tutti i contratti al 31 agosto, ma finora non è arrivata risposta.

Le eccezioni

Gli unici contratti COVID con scadenza al 30 giugno a questo punto saranno quelli stipulati per la scuola di infanzia, in quanto in questo caso il 30 giugno è il termine delle attività didattiche.

La circolare sugli organici per l’anno scolastico 2021/22 riporta

“In occasione della predisposizione dell’organico di fatto e dell’avvio dell’anno scolastico, tenuto conto dell’emergenza sanitaria in atto, legata alla pandemia da COVID-19, potranno essere ulteriormente ampliati i margini di flessibilità anche sulla base delle ulteriori risorse che verranno rese disponibili.”

Una formulazione che di per sé non dice nulla di eccezionale, ma che potrebbe rappresentare una opportunità lavorativa per molti supplenti, anche perché da organico di fatto le supplenze sarebbero stipulate direttamente al 30 giugno.

Supplenze “Covid” possibili nell’anno scolastico 2021/22 e fino al 30 giugno: la novità nella circolare sugli organici

Articoli recenti

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...

Religione Cattolica o attività alternativa?

Religione Cattolica o attività alternativa?

La scelta fino al 30 giugno Al momento dell’iscrizione ogni genitore ha la possibilità di scegliere se avvalersi oppure no dell’insegnamento della Religione Cattolica. La scelta è valida per l’intero ciclo di scuola, fermo restando il diritto per i genitori di poterla...

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

Dal Ministero dell’istruzione un sostanzioso contributo contro la siccità: il piano dell’apertura delle scuole d’estate fa infatti acqua da tutte le parti. Ma in verità il problema è serio e c’è poco da scherzare. Veniamo allora al triste quadro che, per la buona pace...