CON ECAMPUS ACCESSO SEMPRE LIBERO SENZA TAMPONI E GREEN PASS

Studiare senza Green pass, tamponi e lungaggini burocratiche connesse? Con eCampus è possibile e sempre più studenti scelgono l’università telematica anche per non dover fare i conti con le problematiche legate alle disposizioni previste per la didattica in presenza. Disposizioni sacrosante e utili per evitare il rischio di contagi del Covid 19, sia chiaro. Ma che non hanno ragione di esistere per chi ha la possibilità di seguire le lezioni online comodamente da casa. Distanziamento, tamponi, carenze nel servizio dei trasporti restano solo un ricordo e non è cosa da poco.

SALE IL GRADIMENTO PER LE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

Solo lo scorso anno un sondaggio tra i neodiplomati aveva evidenziato come ormai la maggior parte dei ragazzi non ha preclusioni verso le università telematiche. A far salire il gradimento verso queste ultime è stato quindi negli ultimi mesi la questione delle regole per l’accesso in aula. Fino a pochi giorni fa, tra l’altro, sulle norme di ingresso l’incognita era totale.

Il Green pass obbligatorio è stata la scelta che ha permesso di evitare la vaccinazione obbligatoria. Una decisione giunta comunque soltanto a un mese dall’inizio delle lezioni. Il rifiuto dei presidi di sottoscrivere l’accordo firmato ieri da Governo e sindacati è il segnale di come il rientro a scuola sarà a dir poco problematico.

Ai presidi non piace l’idea dei tamponi gratuiti per gli insegnanti che non si sono vaccinati. Ma si tratta soltanto di uno dei motivi di malcontento da parte di chi sarà chiamato a gestire l’apertura delle scuole e delle università tra mille difficoltà e poche certezze.

TANTI I PROBLEMI PER LA DIDATTICA IN PRESENZA

Istituti superiori e università si trovano ancora alle prese con i problemi organizzativi, che, oltre al controllo degli ingressi, riguardano tutti gli altri nodi. Il problema più grave resta quello del distanziamento, mentre altrettanto serio è quello della carenza dei trasporti. Difficili da risolvere sono gli ostacoli per la didattica a distanza, modalità di insegnamento divenuta in ogni caso parte integrante del sistema formativo italiano.

Scegliere le università telematiche oggi come non mai significa non dover fare i conti con una serie infinita di disagi. Allo stesso tempo il sistema di studio e i servizi a disposizione degli studenti permettono di poter organizzare lo studio in piena autonomia, avendo accesso al materiale didattico in qualsiasi momento.

Insomma quando non si deve pensare ai mille altri problemi, studiare diventa una piacevole attività da svolgere anche sotto l’ombrellone. Di sicuro gli studenti che hanno scelto le università telematiche possono godersi il sole di agosto con molta più serenità e spensieratezza. Il nuovo anno accademico inizia proprio questo mese nella più assoluta tranquillità. Sembra di essere in un altro pianeta, invece è una scelta a portata di clic, per la quale il semaforo è sempre verde.

Alba

Articoli recenti

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

Scuola, arriva il docente di italiano per gli alunni stranieri

L'insegnante affiancherà le classi in cui il 20% degli studenti ha importanti carenze nella nostra lingua  Un docente di supporto, "adeguatamente formato", nelle classi dove gli studenti di origini straniere con importanti carenze nella lingua siano uguali o superiori...

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

Pioggia di milioni per le suole del Sud. È stato approvato nei giorni scorsi dal Parlamento il Decreto coesione, che vede confermati tutti i fondi previsti. Gli interventi riguarderanno il potenziamento delle infrastrutture, il rilancio  dell’istruzione tecnica e...