“150 ANNI DI GRAZIA. UNA DONNA DEI NOSTRI TEMPI”: L’OPERA DELLA PRIMA E UNICA DONNA ITALIANA PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA

“Orgoglio nazionale”

così ha descritto Grazia Deledda il presidente della Camera Roberto Fico durante la sessione del Consiglio regionale a Cagliari, promossa in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dalla nascita della scrittrice.

Nel suo intervento Fico più in generale gha dichiarato:

“Diffondere, a partire dalle scuole, la conoscenza dell’opera letteraria e della vicenda umana di grandi figure femminili come la sua può contribuire in misura significativa a sradicare quegli stereotipi e pregiudizi di genere che sono l’humus in cui trovano alimento le discriminazioni e la violenza ai danni delle donne”.

Anche il consiglio regionale sardo richiama a gran voce l’attenzione sull’importanza di diffondere le opere di Grazia Deledda nel mondo della scuola.

Per il presidente dell’Assemblea Michele Pais i suoi testi devono assolutamente entrare nei programmi degli istituti scolastici di tutta Italia.

“Grazia Deledda era un’artista pura che ha vissuto a Nuoro in un microcosmo che le ha consentito di rappresentare i propri scritti e il proprio genere letterario in maniera assolutamente libera”

– ha ricordato il governatore Christian Solinas –

“tutto questo credo sia stato avvertito dai lettori e soprattutto da chi ha selezionato il suo nome per il Nobel della letteratura”.

L’aspetto importante che tutti hanno evidenziato è il fatto che Deledda sia l’unica donna a essere stata onorata del titolo del Nobel la letteratura nel 1926.

Per le nuove generazioni serve l’esempio di donne come lei, che sono state capaci di andare oltre gli stereotipi, anche di criticare la propria società, fare sentire la propria voce anche in un periodo come quello in cui visse, in cui la condizione della donna non era certo paritaria rispetto a quella dell’uomo.

Scrisse di una Nuoro piccola e quasi crudele, inimicandosi anche molti conterranei dell’epoca, in una società che non permetteva che venissero oltrepassati i limiti imposti alle donne di “casa e figli, figli e casa”.

Gli eventi regionali, nazionali e internazionali che faranno parte del ricco calendario del progetto “150 anni di Grazia.

Una donna dei nostri tempi” si svilupperanno per quasi tutto il 2022 e si concluderanno a settembre.

Dott.ssa Ilaria Montenegri

Articoli recenti

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...