RIFORMA DELLA SCUOLA ALL’ORIZZONTE

Puntuale come un orologio svizzero, eccoti l’annuncio di una riforma generale della scuola. A prospettare l’evento è niente di meno che il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, di cui riportiamo le parole:

“Sono pronto a ragionare su una riforma più grande della scuola”.

Tutto si può dire, meno che a seguire le news relative alla scuola ci si possa annoiare. Difficile fare il punto sulle questioni sul tappeto: riapertura delle graduatorie, nuovo concorso, concorso per i precari, riforma dell’esame di maturità, riforma dei requisiti per l’accesso all’insegnamento. Aggiungiamoci le nuove disposizioni in materia di emergenza sanitaria e il quadro è completo.

RECLUTAMENTO DOCENTI

Le novità più rilevanti sono quelle prospettate per la riforma del reclutamento. Si fa sempre più concreta la possibilità di introdurre il prerequisito dei 60 crediti universitari nel settore pedagogico, dei quali 24 da conseguire attraverso un tirocinio.

Ottenuta l’attestazione sarà possibile partecipare ai concorsi, che saranno promossi in forma semplificata. Una volta superato il concorso il futuro docente dovrà partecipare a un anno di formazione e prova. La valutazione finale del percorso di prova aprirà la strada alla conferma in ruolo.

L’aspetto da sottolineare è il segnale distensivo lanciato dal ministro verso studenti e insegnanti. La volontà è quella di aprire un confronto sulla riforma generale della scuola. Evidentemente le accuse di far cadere le cose dall’alto hanno sortito il loro effetto.

Non a caso il ministro ha fatto riferimento anche alla necessità di potenziare la sicurezza per gli studenti impegnati nell’alternanza scuola-lavoro. Le recenti tragedie che sono costate la vita a giovani studenti hanno portato a una serie di manifestazioni in tutta Italia e all’occupazione di numerosi istituti. Prosegue anche la protesta per l’introduzione della seconda prova scritta all’esame di maturità.

In questo clima di segnali di distensione c’è proprio bisogno. L’importante è che alle parole seguano i fatti.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

Legge 104: come cambia la normativa da agosto 2022

Legge 104: come cambia la normativa da agosto 2022

Cambia la normativa legata ai permessi della Legge 104 e al congedo straordinario. Lo scorso 5 agosto, l’INPS ha pubblicato un messaggio in cui informa della pubblicazione del decreto legislativo del 30 giugno 2022, n. 105, sull’attuazione della direttiva (UE)...

ELEZIONI, SULLA SCUOLA BALLETTO DI PROMESSE

ELEZIONI, SULLA SCUOLA BALLETTO DI PROMESSE

E’ una gara a chi fa le promesse più grandi sulla scuola questa calda e generosa come non mai campagna elettorale. Intanto però gli istituti non possono contare sul personale amministrativo sufficiente per riuscire a disbrigare le pratiche per ottenere quei pochi...

Piano Scuola 4.0

Piano Scuola 4.0

Dal PNRR oltre 2 miliardi per 100 mila classi innovative e laboratori per le professioni digitali Un programma di innovazione didattica per avere lezioni più interattive e studentesse e studenti più coinvolti. È il “Piano Scuola 4.0”, uno stanziamento di 2,1 miliardi...

10.000 POSTI PER PERSONALE ATA

10.000 POSTI PER PERSONALE ATA

Ben 10.116 nomine in ruolo per il personale ATA. Chi ha i titoli deve quindi attivarsi per presentare l’istanza, la cui scadenza è prevista per il 16 agosto. CHI HA DIRITTO A PRESENTARE LA DOMANDA: Le istanze per le immissioni in ruolo possono essere presentate da chi...