Classi di concorso per insegnare: come valutare un piano di studi

La strada per diventare insegnante è costellata di tanti step importanti.

Per accedere al mondo della scuola non basta avere un titolo di studio come una laurea vecchio o nuovo ordinamento (magistrale o specialistica) ma i requisiti fondamentali sono :

  • laurea magistrale
  • percorso 24 CFU, che con la nuova riforma diventeranno 60
  • classe di concorso soddisfatta

Il primo passo fondamentale, quindi, è verificare le proprie classi di concorso e controllare se nel proprio percorso di studi ci sono gli esami richiesti dal Ministero.

Per i vecchi ordinamenti avremo esami annuali o semestrali, per i nuovi avremo : dicitura esame, codice SSD (settore scientifico disciplinare) e cfu.

Per poter accedere alle classi di concorso il docente, o l’aspirante tale, deve conseguire un certo numero di crediti formativi.

In primis si acquisiscono tramite il proprio titolo di studio: i CFU infatti vengono attribuiti dopo aver sostenuto determinati esami universitari; in un secondo momento, se necessario, si acquisiscono tramite un incremento degli esami richiesti.

I titoli di accesso all’insegnamento per la scuola dell’infanzia e primaria

Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico o Diploma Magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002;
Laurea in Scienze della Formazione Primaria.


I titoli di accesso per la scuola secondaria di primo e secondo grado

Diploma di scuola superiore (per gli insegnamenti tecnico pratici);
Diploma di Conservatorio, Accademia di Belle Arti Vecchio Ordinamento, Diploma Accademico di II livello;
Laurea Specialistica o Magistrale di Nuovo Ordinamento;
Laurea di Vecchio Ordinamento.

Nel caso in cui dovessero mancare dei crediti richiesti per la classe di concorso con Noi della Scuola si possono colmare tramite:

  • corsi singoli (solitamente quando il debito è basso)
  • master concorsuali (master di I livello da 60 CFU) che permettono di inserire più esami in un unico percorso e nello stesso momento avere un titolo accademico da inserire nel punteggio delle GPS o in eventuali concorsi.

Richiedi gratuitamente la valutazione del tuo percorso per poterti inserire nel mondo scuola!

Dott.ssa Gaia Lupattelli

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...