SCUOLA: MANCANO ALL’APPELLO VENTIMILA INSEGNANTI

Ventimila cattedre vuote tonde tonde. Questo, stando ai sindacati, il problema che si prospetta per il prossimo anno scolastico.

E se è vero che la matematica non è opinione, i numeri sembrano parlare chiaro. Il Ministro Bianchi ha annunciato l’assunzione nel 2022 di sessantamila insegnanti, mentre il numero dei posti da coprire è di ottantamila. Ecco quindi spiegato come è venuta fuori la cifra di ventimila posti vuoti, sui quali le forze sindacali promettono battaglia.

E meno male, verrebbe da dire, che da due anni a questa parte è stata praticamente tutta una sequela di concorsi, concorsi straordinari e aperture di tutti i tipi di graduatoria. Sta a vedere che aveva ragione chi, già dai tempi del ministro Azzolina, aveva pronosticato che il numero delle assunzioni non avrebbe coperto quello delle cattedre vacanti.

Per la cronaca sono cinquemila le cattedre vuote nella scuola dell’infanzia, ventimila nella primaria, ventiquattromila nelle scuole medie e ben quasi trentamila negli istituti superiori.

Intanto gli occhi sono puntati sulla pubblicazione delle graduatorie provinciali per le supplenze, prevista per questo mese. Ottocentomila gli aggiornamenti e le domande presentate, dalle quali andranno decurtate le iscrizioni errate.

L’apertura e la chiusura delle iscrizioni a tempo da record non ha certo agevolato glia spiranti docenti, molti dei quali non hanno fatto in tempo a conseguire i titoli dei percorsi attivati proprio in vista delle GPS.

Non aiuterà nemmeno a migliorare le cose la riforma della formazione dei docenti, non a caso oggetto di mille critiche. Come se la scuola italiana fosse nelle condizioni di permettersi problemi su problemi che allontanano le possibili soluzioni.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...

Religione Cattolica o attività alternativa?

Religione Cattolica o attività alternativa?

La scelta fino al 30 giugno Al momento dell’iscrizione ogni genitore ha la possibilità di scegliere se avvalersi oppure no dell’insegnamento della Religione Cattolica. La scelta è valida per l’intero ciclo di scuola, fermo restando il diritto per i genitori di poterla...

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

IL FLOP DELLE SCUOLE APERTE D’ESTATE

Dal Ministero dell’istruzione un sostanzioso contributo contro la siccità: il piano dell’apertura delle scuole d’estate fa infatti acqua da tutte le parti. Ma in verità il problema è serio e c’è poco da scherzare. Veniamo allora al triste quadro che, per la buona pace...