UNA MOSSA VINCENTE: PREPARARSI AL TFA SOSTEGNO 2023

Puntare al percorso per l’abilitazione al sostegno in programma il prossimo anno (TFA VIII Ciclo 2023), per inserirsi prima dell’entrata in vigore della riforma dei requisiti formativi per l’insegnamento, prevista nel 2025.

Questa è la mossa giusta da fare per accedere al mondo dell’insegnamento entro il 2024, sfruttando l’ultima possibilità di utilizzare i 24CFU, che resteranno requisito valido per tutta la fase transitoria.

Non ci possono essere dubbi. Se si vuole entrare nel mondo della scuola nel modo più diretto si tratta di attivarsi fin da subito per assicurarsi l’accesso alla classe di insegnamento, colmando gli eventuali crediti mancanti. Altrettanto importante è acquisire le certificazioni per potenziare il curriculum e aumentare il punteggio.

Per chi non ha il titolo, soprattutto è il momento di attivarsi per ottenere la laurea, considerando che per insegnare sarà indispensabile avere la magistrale.

Il motivo per il quale è fondamentale muoversi fin da ora è che nel caso del TFA tutti i requisiti di accesso devono essere già in possesso alla data di scadenza del bando. Non solo: il percorso per il sostegno è incompatibile con ogni altro corso che rilascia punteggio, che quindi deve essere stato chiuso prima o sospeso.

Ricordiamo che il TFA è un percorso di formazione teorico-pratico che viene attivato presso le principali Università italiane e che, una volta portato a termine avendo superato le preselezioni e l’esame finale, consente di ottenere l’abilitazione necessaria per partecipare ai concorsi scuola come posto su sostegno.

Per il sostegno nella scuola d’infanzia e primaria l’accesso richiede la laurea in Scienze della formazione primaria oppure il diploma magistrale (ammesso anche il il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico, con valore di abilitazione e un diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali).

Per la scuola secondaria di primo e secondo grado invece la partecipazione è aperta a tutti coloro che hanno l’abilitazione specifica sulla classe di concorso, oppure il titolo di laurea e i 24 CFU.

Quali sono i requisiti TFA Sostegno per ITP?

Gli insegnanti tecnico pratici (ITP) possono accedere ai percorsi per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno con il diploma (art. 5, comma 2 che prevede una deroga fino all’a.s. 2024/2025 al requisito della laurea).

Superato il corso non solo sarà possibile partecipare ai concorsi con le procedure specifiche dedicate al sostegno, ma si avranno molte più possibilità di essere chiamate per le supplenze nelle scuole.

Il dato di fatto che offre ottime prospettive è, infatti, la grande esigenza di insegnanti di sostegno per coprire le migliaia di cattedre vuote.

Per avere chiari i passi da compiere oggi come non mai è importante affidarsi a orientatori competenti. Rivolgendosi a Noi della scuola di eCampus potrai contare non solo sulle indicazioni giuste ma anche sulla possibilità di attivare subito i percorsi necessari per non perdere un treno che è proprio il caso di dire non passerà più.

SE TI INTERESSA PREPARARTI AL MEGLIO PER AFFRONTARE LE PROVE DI ACCESSO AL TFA 2023 PUOI SEGUIRE IL NOSTRO CORSO STUDIATO APPOSITAMENTE PER SUPERARE BRILLANTEMENTE IL TFA:

Direttore Dott. Alberto Barello

Articoli recenti

GPS 2024

GPS 2024

In questo particolare momento, molti insegnanti si trovano a riflettere su come migliorare il proprio punteggio per aumentare le probabilità di ottenere la posizione desiderata in graduatoria. In un contesto sempre più competitivo, è fondamentale...

Seconda Abilitazione per docenti di ruolo: come fare

Seconda Abilitazione per docenti di ruolo: come fare

 30 CFU seconda abilitazione :destinati ai docenti già abilitati su una classe di concorso o su un altro grado di istruzione, nonché ai docenti in possesso della specializzazione sul sostegno. Cosa sono i 30 CFU e perché sono importanti per la seconda...

APERTURA GRADUATORIA: PER GLI ATA 6 PUNTI PER IL SERVIZIO MILITARE

APERTURA GRADUATORIA: PER GLI ATA 6 PUNTI PER IL SERVIZIO MILITARE

Sei punti tondi tondi in più in graduatoria per gli Ata. E’ la bella sorpresa per chi ha svolto il servizio militare. La novità è stata comunicata dal Ministero dell’Istruzione e del Merito in occasione dell’illustrazione delle disposizioni messe a punto in merito al...