Concorso docenti 2023 scuola secondaria non è abilitante. Per i vincitori percorso da 30 o 36 CFU prima del ruolo definitivo

Pubblicato il concorso scuola secondaria 2023 con il BANDO DDG n. 2575 del 6 dicembre 2023. Sarà possibile presentare la domanda entro il 9 gennaio 2024 ore 23:59 attraverso il Portale Unico del Reclutamento.

Concorso docenti 2023

Requisiti Posti comuni scuola secondaria (è sufficiente un requisito)

  • Laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso + abilitazione per la specifica classe di concorso Cosa controllare per il titolo oppure
  • tre anni di servizio negli ultimi cinque, entro il termine di presentazione della domanda, svolti presso le scuole statali, anche non continuativi, di cui almeno uno specifico oppur
  • laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso + 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022 Ecco cosa bisogna indicare per i 24 CFU [IMPORTANTE]

Il concorso si articola in

  • prova scritta
  • prova orale
  • valutazione titoli

La graduatoria di merito conterrà un numero di vincitori pari al numero dei posti a bando per la singola classe di concorso nella regione. Previsto lo scorrimento solo per coprire i posti degli eventuali vincitori.

Le assunzioni

Sono previste dal 2024/25. Se il docente ha avuto accesso con l’abilitazione, sarà assunto direttamente a tempo indeterminato (dovrà svolgere l’anno di prova e formazione), mentre i docenti che partecipano con titolo di accesso “24 CFU” o “tre anni di servizio” saranno assunti

  • a tempo determinato
  • dovranno completare la formazione acquisendo l’abilitazione di cui al DPCM 4 agosto 2023

Percorsi abilitanti

I percorsi abilitanti per chi risulta vincitore del concorso docenti 2023:

Percorso 30 CFU/CFA

  • per i vincitori del concorso che non hanno l’abilitazione all’insegnamento e hanno partecipato alla procedura concorsuale con i tre anni di servizio di cui uno specifico, anche non continuativi, nella scuola statale negli ultimi cinque anni.

Percorso 36 CFU/CFA

Per i vincitori che hanno avuto accesso al concorso con i 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022

Questi percorsi saranno avviati dalle Università nell’anno accademico 2024/25.

Pertanto, in fase di compilazione della domanda, se si è in possesso sia del requisito “24 CFU” che “tre anni di servizio” è bene soffermarsi su quale sia più conveniente inserire.

Articoli recenti

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

Pioggia di milioni per le suole del Sud. È stato approvato nei giorni scorsi dal Parlamento il Decreto coesione, che vede confermati tutti i fondi previsti. Gli interventi riguarderanno il potenziamento delle infrastrutture, il rilancio  dell’istruzione tecnica e...