‘Priorità alla scuola’ domani ritorna in piazza

Fonte: Il Resto del Carlino – 12 marzo 2021

Il comitato ‘Priorità alla scuola’ domani 13 marzo alle 16 sarà in piazza per una “manifestazione statica” per chiedere un rientro in classe “in presenza, in continuità, in sicurezza” grazie a “mascherine ffp2 per il personale, vaccini a tappeto e screening a scuola e non in farmacia”. Le richieste del comitato sono ormai note: “Esigiamo bonus baby sitter e congedi Covid perché siamo tutti genitori essenziali – si legge nella pagina Facebook che annuncia l’evento di domani –. Chiediamo che la frequenza in presenza degli alunni più fragili sia all’interno di piccoli gruppi, per una soluzione realmente inclusiva”. A un anno dall’inizio della pandemia, “la strategia di chi amministra non cambia – protestano da ‘Priorità alla scuola’ –. Il nuovo Governo emette Dpcm più restrittivi per la scuola, che può essere chiusa perfino in zona arancione e gialla, senza intervenire su tutto il resto. Il ministro Bianchi dice che la decisione è sofferta, ma al contempo dice che non si prospettano scenari per la riapertura. Tutto già visto. Ma non siamo nel 2020 e questa primavera non permetteremo che la scuola sia dimenticata chiusa”. Infine, una precisazione sul “flash mob” di domani, al quale i partecipanti sono invitati a portare cartelli, striscioni e uno zainetto: “All’esterno si può manifestare, con le dovute precauzioni. Saremo distanziati e con mascherina. Il diritto a manifestare in forma statica, nel rispetto del distanziamento e utilizzo delle mascherine, è previsto ai sensi degli articoli 10 e 39 del Dpcm del 2 marzo 2021”.

Abstract articolo di Redazione

Articoli recenti

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...