Vincolo quinquennale mobilità docenti: proposte per abolirlo.

“A decorrere dalle immissioni in ruolo disposte per l’anno scolastico 2020/2021, i docenti a qualunque titolo destinatari di nomina a tempo indeterminato possono chiedere il trasferimento, l’assegnazione provvisoria o l’utilizzazione in altra istituzione scolastica ovvero ricoprire incarichi di insegnamento a tempo determinato in altro ruolo o classe di concorso soltanto dopo cinque anni scolastici di effettivo servizio nell’istituzione scolastica di titolarità, fatte salve le situazioni sopravvenute di esubero o soprannumero” questo prevede la norma e in questo consiste il “vincolo quinquennale” (che non si applica al personale di cui all’articolo 33 commi 3 e 6 della legge 104/92). Sono scaduti i termini per presentare la domanda di mobilità 2021/2022 per il personale docente che vedrà gli esiti dei movimenti il 7 giugno 2021. Come previsto, tutto confermato per il vincolo quinquennale che dunque lascia per quest’anno bloccati migliaia di insegnanti. Ci sono residue possibilità che questi docenti possano essere sbloccati, anche solo per quest’anno. Sono stati presentati alcuni emendamenti al Decreto Sostegni sia da parte del senatore Pittoni della Lega sia da parte di Anief e di Fratelli d’Italia. “In considerazione del protrarsi della situazione di emergenza epidemiologica, a decorrere dalla data di pubblicazione della presente legge non si applica alle procedure di assegnazione provvisoria, di utilizzazione e di conferimento delle supplenze del personale docente, educativo ed ATA della scuola l’articolo 399, comma 3, del decreto legislativo 16 aprile 1994 n. 297”, recita l’emendamento di Pittoni. L’emendamento riguarda le modifiche alle assegnazioni provvisorie annuali che consentirebbe di avere un’assegnazione annuale. L’idea è quella di permettere l’assegnazione provvisoria per il prossimo anno scolastico ma che faccia da apripista per una rimozione del blocco per intero. Anche dall’opposizione è stato presentato un emendamento, a prima firma del senatore Iannone di Fratelli d’Italia, che prevede una mobilità straordinaria in deroga al vincolo di permanenza di 5 anni. Il presidente dell’Anief aveva sottolineato come fosse importante “abolire il vincolo quinquennale; infatti, il legislatore lo ha inserito prima che scoppiasse la pandemia e adesso sappiamo che i movimenti sono limitati.”Proprio in questi giorni sono in corso le operazioni di mobilità e chiediamo almeno l’assegnazione provvisoria: se proprio non possiamo togliere il vincolo, permettiamo almeno di coniugare il diritto al lavoro con quello alla famiglia attraverso l’assegnazione annuale”.

Ilaria Montenegri

Fonte: orizzontescuola.it

Articoli recenti

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...