Graduatorie ATA terza fascia, ultimo giorno per l’istanza.

Fonte:  – 26 aprile 2021

Oggi ultimo giorno per inoltrare la domanda di terza fascia ATA. La scadenza è stata prorogata alle 23,59 di oggi. Le graduatorie saranno valide nel triennio 2021/23 e saranno utilizzate per le supplenze nell’arco dei prossimi tre anni scolastici.

Quale sarà l’iter della domanda dopo il 26 aprile?

Le domande sono state inoltrate telematicamente direttamente alle scuole e quindi arrivano immediatamente agli istituti. Anche la scelta delle scuole risulta inviata direttamente, mentre in passato avveniva successivamente. Le scuole, secondo l’articolo 6 del dm 50, dovranno procedere con la costituzione delle graduatorie. Per fare questo le scuole capofila dovranno riferirsi ai dati indicati dagli aspiranti, sia per verificare l’ammissibilità della domanda, sia per verificare i requisiti per l’accesso ai profili, compresi i titoli di studio richiesti per le aree riguardanti l’assistente tecnico, le preferenze e controllare le note inserite dai candidati. La scuola, presso la quale verrà stipulato il primo contratto, dovrà poi fare effettivamente il controllo di tutte le dichiarazioni. All’esito la scuola rilascerà la validazione del punteggio e verrà registrato nel sistema. In caso di esito negativo il punteggio verrà rideterminato oppure si passerà all’esclusione del candidato se sono assenti i requisiti fondamentali.

E’ prevista la pubblicazione delle graduatorie provvisorie e si hanno dieci giorni di tempo dalla pubblicazione delle graduatorie per correggere errori materiali e presentare reclamo al dirigente scolastico della scuola  capofila.

Abstract articolo di Redazione

Articoli recenti

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

APPRODA ALLA CAMERA LA RIFORMA DELL’ISTRUZIONE TECNICA SUPERIORE

Gli Istituti tecnologici superiori (ITS Academy) saranno presto realtà. Chi sarà in possesso del diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale potrà accedere a questo secondo percorso, finalizzato soprattutto all’inserimento nel mondo del lavoro. Al...

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

Didattica attiva: che cos’è la lezione euristica?

La lezione euristica è quell’approccio didattico basato sul mettere al centro del processo di apprendimento l’alunno che lavora ad una ricerca, un’indagine, dalla quale possa scaturire una scoperta, spesso estremamente empirica. Ed è tale scoperta, nata da un processo...

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

CONSIGLI DI ISTITUTO CONTRO LA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE

Non piace la Scuola di Alta Formazione e ora a scendere in campo contro il progetto sono interi collegi di docenti. E’ il caso degli insegnanti dell’Istituto Pesenti di Cascina (PI) – tanto per citare un esempio – che hanno preso carta e penna per fare conoscere...

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...