SCUOLA: 30.000 ASSUNZIONI ENTRO L’ANNO

Quasi 30mila posti in palio nella scuola. E la possibilità di salire in cattedra non è mai stata così concreta. L’intenzione del Governo è di andare in porto con l’assegnazione delle cattedre entro l’anno, anche per la componente dei posti messi in palio con il prossimo concorso.

Proprio in vista dell’attivazione del concorso ordinario, sono in corso in queste settimane trattative tra esecutivo e sindacati per trovare una soluzione che permetta di raggiungere l’obiettivo dell’assunzione per tutte le fattispecie dei settori in cui sono suddivisi i posti da ricoprire.

Come è spiegato nel servizio dedicato da orizzontescuola.it, le cattedre vacanti sono così suddivise. Ben 16mila sono le cattedre non assegnate nel 2021/22.

Oltre 11mila sono le cattedre derivanti dalla Legge di Bilancio 2021. A questi numeri vanno aggiunti i posti rimasti liberi per i pensionamenti, che potranno essere quantificati solo tra qualche mese.

Altro aspetto da verificare è la suddivisione dei posti da destinare alla mobilità dei docenti di ruolo e ai precari.

Un’altra prospettiva è costituita dalla possibilità di essere assunti tramite le GPS. Tale strada era stata introdotta con il Decreto Sostegni ma soltanto per l’anno scorso. Anche su questo punto i sindacati stanno facendo pressione sul Governo, perché tale norma venga confermata anche per questo anno.

A preoccupare è soprattutto che non si ripetano gli errori e le mancate promesse che hanno accompagnato il precedente concorso.

Altro capitolo interessante è quello della mobilità. Ci sono tutte le condizioni perché si possa arrivare all’accordo tra il Ministero dell’Istruzione e i sindacati per la definizione del contratto integrativo della mobilità, per la quale le domande potranno essere avanzate da metà febbraio.

La novità che potrebbe essere introdotta è che si potrà chiedere la modifica della sede di assegnazione dopo il primo anno di prova. L’acquisizione della titolarità partirebbe dal secondo anno sulla sede assegnata dopo la domanda di mobilità. Insomma le prospettive per accedere all’insegnamento non sono mai state così buone.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

Concorso DSGA 2024, finalmente delle novità in merito alla pubblicazione del bando.  Secondo le informazioni disponibili sul sito della CGIL Scuola, il bando per il Concorso DSGA 2024 dovrebbe essere emanato a metà settembre o comunque entro il prossimo...

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

Anche gli insegnanti con contratto a termine hanno diritto alla Carta Docente. A confermarlo sono le decine di sentenze emesse in tutta Italia a favore dei precari che hanno fatto ricorso per ottenere il bonus di 500 euro. La normativa prevedeva l’assegnazione della...

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

Si comunica ai candidati che le graduatorie pubblicate sono PROVVISORIE.Le graduatorie provvisorie sono divise per Regione, per classe di concorso e per tipologia di percorso scelto dal candidato che è individuabile dalla pre matricola. Sulla pagina personale di esse...

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

Nel 2023 l’Italia registra un aumento dei laureati. Ma se il dato è positivo è grazie ai titoli conseguiti presso le università telematiche. Resta invece elevato il divario rispetto alla media europea. I dati relativi al livello di istruzione della popolazione sono...