CAMBIA (ANCORA) LA MATURITA’: TORNANO I DUE SCRITTI

Tornano le due prove scritte per l’esame di maturità. Questa è la novità più rilevante dell’edizione 2022 della prova, di cui ieri il Governo ha illustrato le nuove disposizioni.

Puntuale come un orologio svizzero, ecco che anche questo anno cambiano quindi le modalità con la quale gli studenti dovranno conquistare il titolo.

Tre cose, in mezzo al caos generalizzato che avvolge la scuola italiana, sono così certe da poterci scommettere sopra: gli scioperi, i ricorsi al Tar su ogni Concorso o nuovi contratti e, appunto, la perenne riforma della maturità.

RIFORMA CONTINUA

Per avere un’idea del dell’ampio raggio delle differenti ipotesi di prove che un maturando può trovarsi a sostenere, pensiamo solo che fino allo scorso anno si pensava all’eliminazione della prova scritta di italiano. Le polemiche più vivaci hanno riguardato invece l’introduzione delle prove Invalsi.

Un discorso a parte va fatto per lo scorso anno, quando la pandemia ha sconvolto l’intero sistema didattico.

Una novità per la verità va segnalata: questo anno non si è aspettato l’ultimo minuto per dare lumi sulla modalità di svolgimento delle prove. Digerita la notizia dei due scritti, gli studenti potranno almeno contare sulla certezza circa quello che li aspetta. Un privilegio davvero, se si considera che negli scorsi anni, anche in prossimità della fine delle lezioni, in alcuni casi non si aveva ancora idea di come si sarebbe svolta la prova.

SECONDA PROVA SCELTA DALLA COMMISSIONE

L’altrà novità introdotta questo anno è che la seconda prova scritta sarà stabilita da ogni sottocommissione, in base alle indicazioni del consiglio di classe e alla proposta avanzata dal docente della disciplina su cui verterà la traccia.

Vedremo quali saranno le reazioni a questa nuova disposizione, con la speranza, soprattutto, che quella del 2022 sarà una maturità Covid-free.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

CONCORSO DSGA 2024: IL BANDO

Concorso DSGA 2024, finalmente delle novità in merito alla pubblicazione del bando.  Secondo le informazioni disponibili sul sito della CGIL Scuola, il bando per il Concorso DSGA 2024 dovrebbe essere emanato a metà settembre o comunque entro il prossimo...

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

CARTA DOCENTE ANCHE AGLI INSEGNANTI PRECARI

Anche gli insegnanti con contratto a termine hanno diritto alla Carta Docente. A confermarlo sono le decine di sentenze emesse in tutta Italia a favore dei precari che hanno fatto ricorso per ottenere il bonus di 500 euro. La normativa prevedeva l’assegnazione della...

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

GRADUATORIE PROVVISORIE 60 CFU

Si comunica ai candidati che le graduatorie pubblicate sono PROVVISORIE.Le graduatorie provvisorie sono divise per Regione, per classe di concorso e per tipologia di percorso scelto dal candidato che è individuabile dalla pre matricola. Sulla pagina personale di esse...

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

LAUREATI IN AUMENTO GRAZIE ALLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE

Nel 2023 l’Italia registra un aumento dei laureati. Ma se il dato è positivo è grazie ai titoli conseguiti presso le università telematiche. Resta invece elevato il divario rispetto alla media europea. I dati relativi al livello di istruzione della popolazione sono...