BIANCHI: TORNA IL LATINO ALLE MEDIE

Onore al ministro dell’istruzione Bianchi per il coraggio. Non si sono placate le proteste per la seconda prova scritta all’esame di maturità, che ecco una proposta ancora più tosta.

Niente di meno che la reintroduzione dell’insegnamento del latino alle medie.

Se tanto mi da tanto, la prospettiva non dovrebbe passare sotto silenzio e senza scatenare critiche. Ma in questo caso forse si è pensato di poter giocare sulla bassa età degli interessati. Battute a parte, chiariamo subito che non si tratta di una norma vincolante. Le scuole potranno decidere in piena autonomia se introdurre nei piani di studio il latino oppure no.

LA PROPOSTA IN PARLAMENTO

L’insegnamento del latino è rimasto in vigore fino al 1977, quando la riforma ne decretò la soppressione.

A proporre la sua reintroduzione è un gruppo di deputati, per i quali tale disciplina ha un “grande valore formativo, funzionale al perfezionamento della comunicazione nella Lingua italiana”. Il tema è quindi approdato in Parlamento, ottenendo il sostegno del ministro.

Avevamo appena sottolineato come la scuola sia interessata da una novità dietro l’altra, che eccoti un’altra news non di poco conto. Che si parli della scuola è sempre una buona cosa. Ma non sarebbe meglio potersi confrontare su un piano complessivo di riforme, senza questo continuo balletto di nuove proposte, molte delle quali destinate a restare sulla carta?

IN ATTESA DELL’APERTURA DELLE GRADUATORIE

Intanto tutti gli occhi sono puntati sulle prove del concorso e sula riapertura delle graduatorie. Se ci si concentrasse su queste ultime, arrivando a definire date certe sui tempi di apertura, forse sarebbe mille volte meglio. L’invito è comunque a correre per attivarsi in tempo per i percorsi per aumentare il proprio punteggio. L’introduzione del latino alle medie offrirà naturalmente ulteriori cattedre, ammesso che l’idea piaccia alle scuole.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

30 CFU CHI LI DEVE ACQUISIRE?

Docenti precari accedono direttamente al concorso. La legge 76/2022, che contiene le nuove regole del reclutamento degli insegnanti, prevede delle misure ad hoc per i precari con 3 anni di servizio. Al comma 4 dell’articolo 5 della legge appena approvata, si legge...

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

TITOLO DI LAUREA: VERSO IL RISCATTO GRATUITO PER LA PENSIONE

No Laurea No insegnamento. E il rischio è di vedersi sfuggire anche la possibilità di maturare con un bel anticipo la pensione. Insomma del titolo di laurea non si può più fare a meno. Con la riforma dell’accesso all’insegnamento appena approvata da Parlamento, senza...

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Lo Ius Scholae diventa una proposta di Legge

Si sta discutendo in queste ore di una nuova legge che potrebbe cambiare la vita a più di un milioni di ragazzi: lo Ius Scholae. Questa legge permetterebbe il riconoscimento della cittadinanza italiana a un percorso scolastico per i minori che non ce l’hanno dalla...

Didattica emozionale

Didattica emozionale

Serenità, interesse, noia, accettazione, apprensione, distrazione Tutti i nostri bambini dai più piccoli ai più grandi hanno un estremo bisogno di conoscere e riconoscere le loro emozioni: cosa provo? di comprenderle: perché provo questo? ed imparare ad esprimerle in...