DA OGGI APERTO L’AGGIORNAMENTO DELLE GAE

Al via oggi l’aggiornamento della Graduatorie ad esaurimento (GAE).

Da questa mattina i docenti interessati potranno procedere con la presentazione delle domande, per le quali ci sarà tempo fino al 4 aprile.

Le domande possono essere presentate per la conferma del punteggio, per confermare l’inclusione con riserva e con lo scioglimento della riserva.

Possono inoltre richiedere l’inserimento con riserva negli elenchi del sostegno coloro che hanno i seguenti requisiti:

iscrizione ai percorsi di specializzazione all’insegnamento di sostegno avviati entro l’anno accademico 2021/2022;

riconoscimento del titolo di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero.

MODALITA’ DI INSERIMENTO

La domanda deve essere inviata in modalità telematica, attraverso l’applicazione “Istanze on Line (POLIS)”. La procedura richiede il possesso delle credenziali SPID o di un’utenza valida per l’accesso ai servizi del Miur.

Attenzione: le domande inviate attraverso le modalità non ufficiali o differenti non saranno prese in considerazione.

DOMANDE DI REINSERIMENTO

Le domande di reinserimento, nel caso in cui non sia stata presentata la domanda di aggiornamento nell’ultimo triennio, devono essere presentate alla sede territoriale dell’Ufficio scolastico dalle cui graduatorie ad esaurimento il candidato era stato cancellato.

DICHIARAZIONE DEI TITOLI

Nella domanda dovranno essere elencati i titoli conseguiti, che saranno sottoposti a valutazione.

Si ricorda che non deve essere allegata alcuna certificazione, ad eccezione delle certificazioni sanitarie attestanti diritti di riserva dei posti o di precedenza, dei titoli artistici – professionali, dei servizi prestati nelle scuole dei Paesi appartenenti all’Unione europea, per i quali è richiesto il riconoscimento dell’Autorità diplomatica italiana nello Stato estero.

Direttore Dott. Alberto Barelli

Articoli recenti

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

450 MILIONI PER LA SCUOLA DAL DECRETO COESIONE

Pioggia di milioni per le suole del Sud. È stato approvato nei giorni scorsi dal Parlamento il Decreto coesione, che vede confermati tutti i fondi previsti. Gli interventi riguarderanno il potenziamento delle infrastrutture, il rilancio  dell’istruzione tecnica e...